The Beachcomber-Hotels website employs cookies to improve your user experience. We have updated our cookie policy to reflect changes in the law on cookies and tracking technologies used on websites. If you continue on this website, you will be providing your consent to our use of cookies.

Slider

TROVA L’HOTEL BEACHCOMBER IDEALE PER LA TUA PROSSIMA VACANZA

Check in
-
Check out
-
notti : -

La Torre Martello sulla Rivière-Noire

La Torre Martello, o meglio, le Torri Martello sono classificate oggi come patrimonio nazionale. 

Risalgono all'occupazione inglese, in particolare al periodo dell'abolizione della schiavitù. Quel che domina la spiaggia di La Preneuse sulla Rivière-Noire è un museo e una tappa immancabile per coloro che desiderano comprendere la storia dell'isola di Mauritius.

Temendo una rivolta di contadini supportati dall'isola di Reunion, rivolta che avrebbe rappresentato una minaccia diretta per l'attività agricola, gli inglesi costruirono cinque torri in punti strategici della costa occidentale. Queste torri avrebbero dovuto proteggerli in caso di invasione dal mare. Le torri furono erette nel 1815  dagli uomini del genio reale britannico. L'architettura è una riproduzione di una torre a Capo Mortella, in Corsica, dove gli inglesi erano stati respinti. La funzione della Torre Martello di La Preneuse era quella di proteggere la baia della Rivière Noire, insieme a un'altra torre situata a Salines Pilot, attraverso fuoco incrociato.
 
La Torre Martello della Rivière-Noire è la meglio conservata dell'isola. Si compone di 60.000 mattoni di pietra di basalto (di colore nero). È alta 9 metri e ha un diametro di 9 metri alla sua base e 8,50 metri al terrazzo. Lo spessore dei muri è di 3,5 metri. Nasconde al suo interno un serbatoio sotterraneo che può contenere fino a 17.000 litri d'acqua. Sul terrazzo ci sono due cannoni orientati verso la baia della Rivière Noire.
 
La Torre Martello è stata restaurata nel 1992 grazie alle associazioni "Friends of the Environment" e "Raleigh International". Il lavoro archeologico effettuato ha permesso di trovare 800 oggetti. Dal 2000, la Torre Martello è diventata un museo. All'interno si possono vedere armi dell'epoca degli inglesi, statue di cera e vari utensili che svelano in parte la vita dell'isola di Mauritius di duecento anni fa. 
 
Top