Beachcomber Hotels logo

Cookies

The Beachcomber Resorts & Hotels website employs cookies to improve your user experience. We have updated our cookie policy to reflect changes in the law on cookies and tracking technologies used on websites. By clicking “I accept”, you agree to the storing of cookies on your device to enhance site navigation and analyse site usage.

Cookies List

Cookies Settings

Privacy Preference Center

Whenever you use our online services, including our applications, cookies and other tracking technologies can be used in various ways, like making the beachcomber-hotels.com website work, to analyze traffic, or for advertisement purposes. These technologies are either used by us directly, or by our business partners, including third-party service providers and advertisers we work with.

Because we respect your right to privacy, you can choose not to allow some types of cookies. Click on the different category headings to find out more and change our default settings. However, blocking some types of cookies may impact your experience of the site and the services we are able to offer.

Strictly Necessary Cookies:

We try to give our visitors an advanced, user-friendly website that adapt automatically to their needs and wishes. 

View Details
Functional Cookies:

We use functional cookies to remember your preferences and help you use our website efficiently and effectively. 

View Details
Analytics Cookies:

We use these cookies to gain insight into how our visitors use beachcomber-hotels.com.

View Details
Commercial Cookies:

We use third-party cookies to display personalized advertisements on our websites and on other websites. 

View Details
Places of interest

TROVA L’HOTEL BEACHCOMBER IDEALE PER LA TUA PROSSIMA VACANZA

Check in
-
Check out
-
notti : -

Explore the museum of photography

Il Museo della Fotografia dell'Isola di Mauritius

Le prime menzioni di strade lastricate coincidono nel Medioevo con lo sviluppo urbanistico del XII secolo. Cioè il collegamento predestinato tra la via del Vecchio Consiglio e le sue pavimentazioni che conducono al Museo della Fotografia dell'Isola di Mauritius. Come le foto, le pavimentazioni resistono alla prova del tempo.

Il Museo della Fotografia dell'Isola di Mauritius è un museo privato fondato nel 1966 dal collezionista Tristan Bréville e da sua moglie. È ospitato prima a Rose-Hill e poi a Quatre-Bornes. Integra la sua posizione attuale nel 1993 in un vecchio edificio donato dal sindaco di Port-Louis e restaurato con l'aiuto dell'Associazione dei Sindaci Francofoni (AIMF). L'inaugurazione ufficiale avviene il 1° luglio 1993, alla presenza di Jacques Toubon, ministro francese della Cultura, e Jean-Luc Monterosso, direttore della Casa europea della fotografia.
 
L'Isola di Mauritius è uno dei primi paesi al mondo ad aver praticato quella che è considerata un'arte. Il dagherrotipo appare a Mauritius nel febbraio del 1840, quattro mesi dopo l'acquisto del brevetto di Louis Daguerre in Francia. 
 
Molti documenti sulla storia della fotografia nell'Isola di Mauritius – ritratti, paesaggi, scene di città e di campagna, grandi eventi, fabbriche, scene di pesca, le prime automobili, il primo autobus (1930), la ferrovia dell'Isola di Mauritius, case coloniali, edifici storici, flora e fauna – sono esposti al Museo della Fotografia dell'Isola di Mauritius.
 
La sua collezione contiene più di un migliaio di macchine fotografiche di epoche diverse, tra cui l'obiettivo di Charles Chevalier fatto per Daguerre nel 1839. I suoi (più di) 400.000 negativi su acetato, le sue 500 lastre di vetro, i suoi 28 dagherrotipi, i suoi 10 autochrome dei fratelli Lumière, le sue (più di) 200.000 stampe della storia e del paesaggio dell'Isola di Mauritius, le sue 9000 vecchie cartoline, le sue (più di) venticinque ore di film su Mauritius e i suoi abitanti dal 1939, la sua documentazione del giornale dalla fine dell'Ottocento al 1945 sulla fotografia a Mauritius e i libri e i documenti sulla storia del cinema a Mauritius dal 1897 fanno del Museo della Fotografia dell'Isola di Mauritius un centro di ricerca iconografica.
 
Top